Le Pazze. Un incontro con le madri di Plaza de Mayo

“Ci chiamavano le pazze, e qualcuno pensava che fosse un’offesa. Certo, ci mettevano dentro tutti i giovedì, e noi ritornavamo. Ma noi sapevamo di essere pazze d’amore, pazze dal desiderio di ritrovare i nostri figli… Abbiamo rovesciato il significato dell’insulto di quegli assassini. A volte sono proprio i pazzi, insieme ai bambini, quelli che dicono la verità.”

Dopo il golpe del 24 marzo 1976, le Madri argentine di Plaza de Mayo ebbero il coraggio di sfidare la dittatura, decise a ritrovare i figli scomparsi. Solo in seguito seppero che i militari avevano sequestrato e ucciso trentamila oppositori politici, ragazzi e ragazze torturati nei campi di concentramento clandestini disseminati nell’intero paese, gettati in mare con i “voli della morte”. Furono le porte che si videro chiudere in faccia nei tribunali, nelle chiese, nei commissariati, a dar loro la misura del potere che le soverchiava e a spingerle in quella Plaza de Mayo dove avrebbero dato vita alla storica marcia che da ventotto anni continua ancora oggi, ogni giovedì. La grande fama che hanno conquistato nel mondo con il loro coraggio non le ha cambiate: Madri non più dei singoli figli ma simbolicamente di tutti i trentamila desaparecidos, non hanno smesso di fare della maternità un potere irrevocabile, capace di generare sogni, progetti, relazioni, in una straordinaria indicazione di pratica politica che va ben oltre la storia argentina. “Le pazze” scrive l’autrice, che nel libro ha reso tessuto narrativo un dialogo che dura da più di cinque anni, “non è un racconto sulle vittime, ma un racconto sulla resistenza; la resistenza della vita sulla morte, del dar vita materno sul dar morte dei regimi.”

RECENSIONI, INTERVISTE, PRESENTAZIONI, RIDUZIONI TEATRALI

Titolo: Le pazze. Un incontro con le madri di Plaza de Mayo
Autore: jkm Padoan
Formato: Tascabile
Pagine: 423
Editore: Bompiani
Anno di pubblicazione: 2005

‹br›

RECENSIONI

16 giugno 2005, il manifesto, Claudio Tognonato

21 giugno 2005, Radio radicale, intervista

14 luglio 2005, Il Giornale, Marina Gersony

22 luglio 2005, Il Gazzettino, Aldo Forbice

31 luglio 2005, Il Sole 24 Ore, Laura Pariani

11 dicembre 2005, Il nostro tempo, Elisa Armellino

26 gennaio 2006, Corriere della Sera, Claudio Magris

22 marzo 2006, Incontro alla Casa della cultura di milano, diretta di Radio radicale, con Riccardo Chiaberge, Ottavia Piccolo, Adriano Catani

31 marzo 2006, Emigrazione Notizie, Luca Kocci

18 maggio 2006, Vanity Fair, Manuela Dviri

28 luglio 2006, Consigli di lettura di Caterpillar, Radio2

‹br›

PRESENTAZIONI E INCONTRI

16 maggio 2005,Spazio Oberdan, Milano

con Hebe de Bonafini, Luisa Muraro, Antonia Broglia e Fiorena Ghilardotti

2 marzo 2006, Centro Didattica per la Storia, Pisa

22 marzo 2006, Casa della Cultura di Milano: registrazione di Radio Radicale

4 maggio 2006, Casa Internazionale delle Donne, Roma – con Ilda bartoloni, Elettra Deiana, Alessandro Portelli, Enrico Portelli

9 maggio 2006,Sala del Consiglio Provinciale, Pesaro

12 dicembre 2006, Palazzo del Podestà, Rimini

‹br›

INTERVISTE

Radio Radicale, 21 giugno 2005

Rai3 – Tg3 Punto Donna, condotto da Ilda Bartoloni, 25 ottobre 2005

‹br›

SPETTACOLI TEATRALI E ALTRE ATTIVITA’ TRATTE DAL LIBRO

pièce “Donne Oltre” – Associazione Me.Dea, Donne contro la violenza

seminario Dipartimento di Storia, UniRoma2

Percorsi di Storia e Memoria Argentina – Italia, Università di Venezia

Università degli Studi di Milano, Conferenza per il Corso di laurea magistrale, Storia Contemporanea, 21 aprile 2008, prof. Emma Scaramuzza

Università degli Studi di Milano, Corso di Laurea in Mediazione Linguistica e Culturale, 25 marzo 2011, prof. Emilia Perassi – con Bruna Peyrot, Barbara Spinelli

‹br›

BLOG

Questa voce è stata pubblicata in Desaparecidos e Madri di Plaza de Mayo, Libri e pubblicazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>